erigibbi

RECENSIONE The Godfather – Il Padrino

April 23, 2017

TITOLO: The Godfather (Il Padrino)

PERSONAGGI ED INTERPRETI PRINCIPALI:

  • Al Pacino: Michael Corleone
  • Marlon Brando: Don Vito Corleone

RECENSIONE:

Il film è ambientato a New York, in pieno dopoguerra, siamo infatti tra la fine degli anni ’40 e i primi anni ’50 ed è per lo più incentrato sulla figura di don Vito Corleone, capo di una famiglia mafiosa divenuta col tempo una delle più potenti organizzazioni criminali di New York grazie al rispetto e all’onore ottenuti dal patriarca e dai figli coinvolti nelle attività malavitose. Quando don Vito rimane vittima di un attentato orchestrato da un boss rivale, il figlio, Michael Corleone, fino a quel momento rimasto volontariamente fuori dalle losche attività di famiglia, comincia l’ascesa nell’impero criminale familiare fino a diventare il nuovo ‘padrino’.

Sicuramente tutti voi avrete visto Il padrino, quei pochi che non l’hanno ancora visto (vi facevo compagnia fino a due settimane fa) sicuramente ne hanno perlomeno sentito parlare. Non potevo più aspettare, le insistenze di Enrico si stavano ormai facendo pressanti, un’italiana non può non conoscere Il Padrino, d’altronde all’estero oltre a pasta e pizza ci associano, purtroppo, pure alla mafia. Indubbio che la visione di questo film debba far parte della cultura cinematografica di ognuno di noi per cui sì, la domenica prima di Pasqua ero finalmente nel mood giusto, era giunta l’ora per Il Padrino.

Pur essendo un film del ’72 questa pellicola è indubbiamente ancora attuale, la storia narrata può essere ambientata benissimo nei giorni nostri. La cosa, se da un lato è positiva per il film, dall’altro non lo è per noi, noi italiani, noi additati ahimé come mafiosi. Devo essere onesta nel dirvi che durante la prima ora mi sono annoiata parecchio, il film non riusciva a conquistarmi, l’ho trovato molto lento e per di più alcune scene di morte mi facevano ridere. Il problema fondamentale di queste scene era la falsità: falsità degli attori che hanno recitato molto male nel momento in cui dovevano urlare e accasciarsi al suolo, falsità del sangue che chiaramente era ketchup (o altro miscuglio vermiglio) e che fuoriusciva troppo in ritardo rispetto al momento in cui la pallottola entrava nel corpo.

Fortunatamente dopo la prima ora le cose hanno cominciato a farsi interessanti, la mia attenzione è stata catturata e, non credo sia un bene, ma mi sono lasciata trasportare dai sentimenti provati da Michael tanto da sperare che uccidesse un po’ di gente.

Si tratta di un film che non mi ha entusiasmato appieno, capisco che l’inizio doveva essere un preludio, ci doveva essere il cambiamento di Michael, la sua evoluzione, ma per me questo cammino è stato troppo lento. Sicuramente nell’ultima ora e mezza sono rimasta incollata allo schermo tanto che avevamo previsto di guadarlo in due round e invece, alla fine, non sono più riucita a fermare la proiezione. Restano però i due aspetti negativi: la lentezza iniziale e la mal interpretazione di alcuni attori nel momento della morte. Non posso invece negare la bravura di Marlon Brando e di un giovanissimo Al Pacino, entrambi hanno recitato molto bene, in particolar modo mi è piaciuto Brando.

Ovviamente, come citazione non potrei non salvare questa frase:

I’ll make him an offer he can’t refuse.

Voto attori: 9 su 10

Voto grafica/effetti speciali: 7 su 10

Voto trama: 8 su 10

Voto finale: 8 su 10

Se siete interessati al film vi lascio il link amazon da cui potete avere ulteriori informazioni ed eventualmente acquistarlo: http://amzn.to/2pGocME

[ATTENZIONE!: Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

Cosa dite di questo film? Lo avete già visto? Vi è piaciuto? Attendo i vostri commenti.

A presto cinefili,

erigibbi

©

No Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *