erigibbi

RECENSIONE: Una notte di ordinaria follia di Alessio Filisdeo

April 5, 2017

TITOLO: Una notte di ordinaria folliahjj

AUTORE: Alessio Filisdeo

EDITORE: Nativi Digitali Edizioni

GENERE: Fantasy

PUBBLICAZIONE: 2017

PREZZO: € 10.40 cartaceo; € 2.99 e-book

PAGINE: 160 p.

Prime righe:

Sento in bocca la nota del metallo: è calda e densa.

Mi chiedo da quand’è che il sangue, il mio almeno, ha un sapore così buono.

SINOSSI:

Manhattan: risvegliatasi nel bel mezzo di Central Park, una caparbia killer a contratto scopre di aver mancato clamorosamente il suo ultimo bersaglio. Non solo ha fallito, ma a stento ricorda quello che le è successo negli ultimi giorni. E le cattive notizie non sono ancora finite: uno sfacciato diciassettenne le confessa candidamente di averla uccisa pochi istanti prima. Il resto è… complicato. Tra night club, società segrete, improbabili complotti e sparatorie a cielo aperto, benvenuti alla notte delle notti! In compagnia dell’irriverente vampiro Nik, della mafia russa e di galloni di sangue caldo!

RECENSIONE:

Questo libro purtroppo non mi ha particolarmente entusiasmato per diversi motivi. Innanzittutto è un libro molto corto, l’ho letto in un’ora e questo di per sé non è negativo nel senso che non guardo la lunghezza di un romanzo per dire se è o meno un bel libro. Il problema è che essendo molto corto l’ho trovato molto, troppo frettoloso. Sono stata scaraventata da un posto all’altro senza nemmeno rendermi conto di dov’ero e di cosa stava succedendo. Certamente, la vicenda narrata avviene, come si evince dal titolo, in una sola notte, ma questo secondo me non significa che tutto doveva essere raccontato così velocemente. Questo difetto ha poi portato ad un altro difetto: i personaggi. Io non ho potuto, non sono proprio riuscita a farmi un’idea dei personaggi perché c’è stata proprio una mancanza di informazioni. Avrei voluto conoscere qualcosa in più su Tessa e anche su Nik, dei loro passati, di chi erano e di chi sono in realtà. Se questa storia è il preludio di un seguito in cui vengono spiegati diversi punti o in cui ci vengono presentati meglio i personaggi, allora ok, posso farmi andare bene questa scelta ma se non ci fosse un seguito, questa mancanza di informazioni la trovo una pecca del libro.

Tra l’altro ora che rileggo la trama, mi rendo conto che c’è qualcosa che non va! Tessa, la killer, non manca il suo bersaglio, semplicemente con le pallottole classiche non lo può uccidere! Per di più non è stato Nik ad ucciderla ma un suo amico (di cui anche in questo caso non sappiamo nulla) e Nik per non farla morire l’ha soccorsa in un modo particolare (che non vi posso dire) ma non è stato lui a reciderle la carotide! Ci sono dei particolari sbagliati nella sinossi!

Ritornando alla storia vera e propria, oltre alla mancanza di informazioni sui personaggi, ci sono, secondo me, troppi punti non sviluppati e non spiegati come se ci fosse un prima e un dopo, come se il lettore sapesse già di cosa si sta parlando ma così non è!

Ho poi ragionato un attimo sul prezzo. Secondo me, e qui più che mai vi parlo da semplice lettrice e non da “recensitrice”, 10€ per un romanzo così breve (e con delle lacune) sono troppi, troppi sia per la quantità sia per la qualità!

Sicuramente però se volete passare un’oretta senza troppi pensieri, questo può essere un libro che fa per voi!

Voto: 2 su 5

Nel caso foste interessati al libro e a scoprirne un po’ di più vi lascio qui il link dell’ebook: Una notte di ordinaria follia

Ringrazio comunque Nativi Digitali Edizioni per avermi dato l’opportunità di leggere questo libro!

A presto lettori

eri gibbi

©

One Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *