erigibbi

Leggere col rampino #6 – La cena delle spie

March 2, 2017

Buon giovedì lettori e lettrici!

Nonostante La cena delle spie di Olen Steinhauer non mi abbia entusiasmato, ci sono state delle parti che mi hanno trasmesso qualcosa e che vorrei condividere con voi!

Forse soltanto chi non ci conosce affatto è in grado di vederci per quello che siamo. Forse gli estranei sono i nostri migliori amici.

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

«Siamo quello che siamo non per i nostri successi, ma per i nostri fallimenti.»
«Nessun rischio, nessun guadagno.»

Scuote la testa, poi si ferma sotto un lampione per concedermi tutta la sua attenzione. «No. Nessun rischio, nessun fallimento. E senza fallimenti non si è realmente umani. Si pattina soltanto sulla superficie della vita.»

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

«Allora mi hai mentito.»
«Mentiamo, Henry. È questo che facciamo.»

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

Bene ragazzi, magari a voi queste frasi non dicono niente, ma io sono convinta che non ci sia solo un tempo e un’età per ogni libro ma anche per comprendere e fare proprie certe frasi. A distanza di anni rileggo certe frasi e alcune non mi trasmettono nulla ma so che nel momento in cui le ho lette e ho deciso di ricordarle, beh, in quel momento quelle frasi mi hanno trasmesso qualcosa, mi hanno insegnato qualcosa.

A presto

eri gibbi

©

 

5 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *