erigibbi

RECENSIONE: RACCONTI DI NATALE LeFateNatalizie

January 21, 2017

Ringrazio Elister Edizioni per avermi dato questa raccolta da recensire! Si tratta di singoli racconti di autrici diverse per cui vi farò una mini recensione per ogni libro assegnando un voto. Poi ci sarà il voto finale fatto sommendo il voto complessivo di ogni libro diviso il totale di libri insomma frequenterò un corso di matematica e poi vi scrivo la recensione! ahahahaha! 😉 So che Natale è passato da un po’ ma non è colpa mia..e poi..Natale dovrebbe essere ogni giorno! 😉

Iniziamo!

TITOLO: Natale con il capocover-natale-con-il-capo_thumb

AUTORE: Melissa Castello

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

«Ti prego, Donna, abbassa la voce. Ho un mal di testa terribile» si lamentò doloramente Jason appoggiando il capo sulla scrivania invasa da fascicoli e documenti.

TRAMA:

Donna è l’assistente personale di uno degli avvocati più in gamba della City, Jason Walsh. Si conoscono da otto anni e la loro intesa e fiducia reciproca sono alla base del loro fantastico rapporto di lavoro… O almeno finché non arriva il Natale. Quest’anno Jason decide di passare le vacanze, organizzate da Donna, in un resort di lusso a Cervinia con la sua ultima conquista, Miss Chihuahua, ma (a causa dello zampino di Donna) la sua relazione amorosa si complica e Jason decide di regalare quel soggiorno alla sua segretaria. Peccato che Miss Chihuahua non abbia nessuna intenzione di perdersi quel viaggio, così obbligherà comunque Jason a partire ugualmente senza immaginare che al resort non saranno soli!

RECENSIONE:

Non ho veramente capito la copertina di questo libro; potevano metterci qualsiasi altra foto romantica e invece si è optato per un paio di belle gambe mezze nude, con la neve..davvero? Il titolo non è originalissimo ma lo trovo buono perché con 4 parole hanno riassunto il racconto e va benissimo così! La trama secondo me spoilera troppo anche se a me gli spoiler non danno fastidio! Per quanto riguarda la storia, ho trovato il libro leggero, mi ha fatto sorridere qualche volta, insomma, una perfetta storia d’amore da leggere nel periodo natalizio; una storia che appunto, fa sorridere e anche un po’ sognare le inguaribili romantiche come me! 😉

Voto copertina: 1 su 5

Voto titolo: 4 su 5

Voto racconto: 4 su 5

Voto finale: 3 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Buon Natale, babycover-buon-natale-baby_thumb

AUTORE: Stephanie K Sinclair

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

Dallas, Texas.

Kayla Green stava aspettando la festa d’inverno con emozione quando era ripresa la scuola a settembre. Questo evento segnava l’imminente inizio delle vacanze natalizie.

TRAMA:

Kayla era solo una ragazza quando si è ritrovata a scappare dai terribili ricordi che hanno segnato profondamente la sua vita, portandola a lasciare Dallas. Sono passati quindici anni da allora e Kayla è ormai riuscita a costruirsi un futuro a New York come insegnante di sostegno. Tuttavia il passato decide di non lasciarla in pace e improvvisamente si ritroverà vittima di un uomo misterioso e della sua promessa: “Finalmente, avrai il tuo Natale rosso sangue”. Terrorizzata da questa minaccia, Kayla finirà per chiedere aiuto a un’agenzia di sicurezza privata che la porterà a incontrare l’affascinante Ian Crawford, la sua guardia del corpo. Kayla capisce subito che Ian nasconde un passato che non vuole svelare senza sapere che questo presto potrebbe mettere a repentaglio la sua stessa sicurezza e distruggere quel sentimento d’amore che sta nascendo tra di loro.

RECENSIONE:

La copertina mi piace molto perché è rossa natale (o rosso sangue?) e semplice anche se tuttavia non la trovo molto inerente al racconto. Il titolo proprio non mi piace, odio questo “baby” utilizzato anche un paio di volte all’interno del libro. La trama per me va bene, riassume quello che succederà all’interno del libro senza svelare troppo. L’idea in sé mi piace molto perché adoro leggere queste storie in cui c’è una “principessa” da salvare e il principe è un figo da paura un po’ misterioso e oscuro PERÒ ci sono delle scene di sesso particolarmente spinte che mi hanno fatto dire “perchè??”. Ci sta la scena di sesso, non critico questo, ma il modo no! In quel momento del libro, con la protagonista in determinate condizioni psicologiche proprio NO. Peccato.

Voto copertina: 4 su 5

Voto titolo: 2 su 5

Voto racconto: 3 su 5

Voto finale: 3 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Damelys – Un racconto di Natalecover-damelys_thumb

AUTORE: Valentina Cardellini

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

Il computer emette un suono, avvisandomi dell’arrivo di una nuova email. Sospiro e poi continuo le mie ricerche senza neanche aprirla: so benissimo di cosa si tratta e non ho fretta di leggere il contenuto che mi aspetta, anche perché sarebbe il decimo messaggio nell’arco di una settimana.

TRAMA:

Valerio è uno scrittore diventato famosissimo con il suo primo romanzo thriller che è diventato subito un best seller. Sono passati sette anni da allora, ma lui non è più riuscito a scrivere una sola riga. Ora il suo editore lo mette di fronte a un ultimatum: scrivere un racconto natalizio entro un mese o la loro collaborazione finirà. Valerio entra subito in agitazione e le cose peggiorano quando anche la sua fidanzata gli chiede un racconto come regalo di Natale. Alla ricerca di ispirazione, Valerio si lascerà trasportare dalla splendida atmosfera natalizia di Parigi, il luogo più romantico al mondo, con le sue grandi strade, i comignoli caratteristici, i piccoli bistrot agli angoli delle vie, i negozi di souvenir, l’aria di sogno e argentina felicità che si respira camminando. Il tutto ammantato da fiocchi di neve, profumo di dolci, luci della città, decorazioni colorate, alberi addobbati e i canti tradizionali. Riuscirà Valerio a ritrovare la passione per la scrittura e a scrivere almeno uno dei due racconti richiesti entro Natale?

RECENSIONE:

La copertina mi piace molto in ogni particolare: il colore di sfondo che adoro, la Tour Eiffel (che vorrei vedere da anni) all’interno di una palla di neve (che amo)..bellissimo! Il titolo è perfetto per il racconto, è il racconto stesso e anche la trama è giusta per il libro, non viene svelato troppo. La storia tuttavia non mi ha fatto impazzire, è scritta molto bene però non mi ha entusiasmato. Non mi ha trasmesso grandi emozioni tant’è che faccio anche fatica a scrivere qualcosa in più. :/

Voto copertina: 5 su 5

Voto titolo: 5 su 5

Voto racconto: 2 su 5

Voto finale: 4 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Natale, diamanti e baci sotto il vischio – 2 racconti in 1cover-natale-diamanti-e-baci_thumb

AUTORE: Katherine Jane Boodman

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

Non tutti i Natali sono uguali.

A volte, inaspettatamente, senza nessun preavviso, ti ritrovi a vivere una vigilia di Natale diversa dalle altre.

TRAMA:

Due case, un’unica famiglia, la cena della vigilia di Natale, amici e parenti riuniti per festeggiare. Da una parte un set di personaggi di prim’ordine: il traditore, l’amante, la melodrammatica, il tatuatore, la coppia perfetta, lo sfinito, la spocchiosa, la smemorata, l’insopportabile, la stringi guance, il fumatore di sigari, l’urlatrice e il saggio. Un pasto che non finisce mai. Risate, affetto e… una spilla di diamanti rubata. Chi l’avrà presa? Ma, soprattutto, quando si alzeranno da tavola? Dall’altra parte, abbiamo Emma, una restauratrice non troppo considerata, che è stata obbligata a partecipare alla cena della vigilia di Natale a casa dei suoi genitori. Alla serata saranno presenti anche amici di vecchia data dei genitori e il fratello, con cui Emma porta avanti una diatriba che dura da anni. A sorpresa, però, arriva anche un amico del fratello, Tommaso, un ricercatore informatico dal carattere piuttosto chiuso a causa di un’infanzia difficile. Tra cioccolate al peperoncino, gelosie mai superate e una simpatica nonnina dall’udito compromesso, cosa accadrà sotto al vischio prima dello scoccare della mezzanotte?

RECENSIONE:

Qui troviamo due racconti in uno. La copertina mi piace abbastanza, ma non da impazzire. Il titolo è adatto per i racconti narrati. Nel primo, il racconto è narrato da un ragazzino di 11 anni che molto spesso mi ha fatto morire dal ridere. L’ho trovato sincero e divertente; sono convinta che i pensieri di Tommy siano l’esternazione dei nostri pensieri ogni qualvolta siamo invitati al pranzo e/o cena di Natale! Oltre a questo lato simpatico, non sono mancate le riflessioni molto profonde sul vero significato del Natale; riflessioni che condivido appieno e che mi emozionano. Anche il secondo racconto mi è piaciuto molto, ma un po’ meno rispetto al primo. Qui non sono mancate le risate quando è apparsa la nonnina sorda nella scena così come i momenti più profondi tra Emma e suo fratello; per non dimenticare un tocco di amore che in questo periodo dell’anno non manca mai.

Voto copertina: 4 su 5

Voto titolo: 4 su 5

Voto primo racconto: 5 su 5

Voto secondo racconto: 4 su 5

Voto finale: 4 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Aiuto, Babbo Natale!cover-aiuto-babbo-natale_thumb

AUTORE: Luisa Martucci

GENERE: Narrativa moderna e contemporanea

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

Caro Babbo Natale,

lo so che manca più di un mese a Natale, ma ti scrivo lo stesso perché quest’anno desidero tanto, ma proprio tantissimo, la bicicletta nuova, quella rosa fucsia con il cestino davanti e l’affare del pedale con disegnata sopra la faccia di Hello Kitty.

TRAMA:

Sabrina è una giovane madre sola alle prese con due bambini piccoli e tanti problemi economici. Natale è alle porte, ma la sua situazione, anziché migliorare, peggiora: si ritrova improvvisamente senza più il lavoro di colf che le permetteva di tirare avanti. Presa dalla disperazione per non poter dare ai suoi figli un degno Natale, arriverà a supplicare i suoi ex datori di riassumerla. Purtroppo però il suo ingombrante passato fatto di sbagli e scelte difficili tornerà a perseguitarla facendole perdere quel briciolo di speranza che le rimaneva. Riuscirà sua figlia Gessica a cambiare il destino della sua famiglia chiedendo aiuto a Babbo Natale?

RECENSIONE:

La copertina di questo racconto non mi dispiace; la bambina è molto carina, vestita così con qualche fiocco di neve fa sfondo fa sicuramente molto Natale però non mi convince del tutto, non so perché. Il titolo non è originalissimo ma si adatta perfettamente al racconto narrato. La storia mi è piaciuta; ho sofferto con Sabrina e ho mal digerito la poca comprensione che ha dimostrato la signora per la quale ha lavorato. Il finale mi ha piacevolmente sorpreso; mi è piaciuto leggere la fine narrata dall’ex datrice di lavoro e per di più non mi aspettavo per niente che questo aiuto fosse dato a Sabrina e ai suoi due figli proprio da…SORPRESA!

Voto copertina: 3.5 su 5

Voto titolo: 3.5 su 5

Voto racconto: 4 su 5

Voto finale: 4 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Amarsi a Natalecover-amarsi-a-natale_thumb

AUTORE: Lily Anne

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

«Giorgia, è splendida!» esclama la mia collega.

Ma io non l’ascolto. È già la terza volta che smonto e rimonto questa dannata vetrina.

Non mi piace… oppure non riesco a farmela piacere.

TRAMA:

Giorgia è stanca di sentirsi tradita e di concludere ogni storia d’amore con il cuore a pezzi. Ormai non ne può più e quando incontra il misterioso e affascinante Andreas, sente di non essere pronta per rimettersi in gioco e che forse non lo sarà mai più. Tuttavia Andreas non sembra intenzionato a rinunciare a lei così facilmente. Anche lui sa cosa significhi avere il cuore infranto e ora vuole solo poter amare di nuovo. Riuscirà Giorgia a lasciarsi trasportare da quella passione e da quella dolcezza che l’avvolge ogni volta che Andreas le si avvicina?

RECENSIONE:

La copertina di questo libro non mi fa impazzire; la cosa che più mi piace sono i due cuori intrecciati tra loro. Il titolo è carino, non originalissimo, ma è perfetto per il racconto. La storia mi è piaciuta ma secondo me è troppo breve! Avrei preferito leggere qualche pagina in più su entrambi i protagonisti e che gli eventi si fossero svolti con più lentezza, secondo me è stato tutto troppo veloce! Peccato!

Voto copertina: 3 su 5

Voto titolo: 4 su 5

Voto racconto: 3 su 5

Voto finale: 3 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Passi nella nevecover-passi-nella-neve_thumb

AUTORE: Alessia Martinis

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.49 e-book

Prime righe:

Il vento ulula, facendo sbattere, a ogni folata, il ramo del pino contro il vetro della finestra.

Deve fare davvero molto freddo, ma non m’importa. Non ho nessuna intenzione di uscire.

TRAMA:

La vita di Samuele si è fermata nel momento stesso in cui ha perso la sua amicizia con Elena, la donna di cui è sempre stato segretamente innamorato. Pieno di rimorsi per non essersi mai dichiarato apertamente, vive la sua vita in solitudine, perso nei ricordi e in ciò che avrebbe potuto avere se solo… Nulla sembra riuscire a riscuoterlo dalla sua apatia, finché un giorno, alla vigilia di Natale, incontra Elena.

RECENSIONE:

Trovo la copertina molto bella così come il titolo. Questo racconto mi ha lasciato addosso un senso di tristezza e di melanconia dall’inizio alla fine. Pensavo ci fosse una svolta positiva, SPERAVO ci fosse e invece, a parte un breve momento di illusione questo non si è verificato. Considerando che questo doveva essere un racconto di Natale beh mi ha lasciato perplessa perché a Natale non vorrei mai leggere qualcosa di triste. Non fraintendetemi, il racconto in sé mi è piaciuto molto, non è stato scontato però considerando che si trova in una raccolta di racconti per Natale, non lo trovo appropriato.

Voto copertina: 5 su 5

Voto titolo: 5 su 5

Voto racconto: 4 su 5

Voto finale: 5 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Intreccicover-intrecci_thumb

AUTORE: Irene Milani

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

Alissa cammina per le strade di Milano con le braccia cariche di pacchetti, e i tacchi che rimbombano sull’asfalto lucido di pioggia. È stanca ma felice dopo un pomeriggio di shopping con Simonetta.

TRAMA:

Alissa e Gabriele si amano. Finalmente la loro storia d’amore sta decollando! Tuttavia la fiducia che c’è tra loro sembra ghiaccio sottile e al primo dubbio, Alissa si ritroverà distrutta e spaventata, incapace di affrontare la situazione di petto con Gabriele. Anche William, migliore amico di Alissa, sta attraversando un periodo difficile. Ha capito che i suoi sentimenti non saranno mai corrisposti da Alissa, ma proprio quando si decide a dimenticarla e voltare pagina, ecco che lei si ripresenta gettandosi tra le sue braccia. La sua occasione sembra arrivata, finalmente. William riuscirà a coglierla o invece aiuterà la sua amica a rimettere insieme i cocci della sua vita per l’ultima volta?

RECENSIONE:

La copertina mi piace molto; il cuore intrecciato è perfetto per il libro. Lo stesso vale per il titolo. Insomma, copertina, titolo e racconto sono intrecciati proprio tra di loro! 😉 La trama forse svela anche troppo, facendo capire al lettore che fin da subito tra Alissa e Gabriele succede qualcosa. Il racconto l’ho trovato adatto al periodo natalizio e questo “triangolo” tra Alissa, Gabriele e William non mi è dispiaciuto così come non mi sono dispiaciute le due conclusioni a lieto fine per i due personaggi principali del libro!

Voto copertina: 5 su 5

Voto titolo: 5 su 5

Voto racconto: 4 su 5

Voto finale: 5 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Un Natale scintillantecover-un-natale-scintillante

AUTORE: Melissa Spadoni

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

Un dolce suono di sonagli mi ridesta dal mondo dei sogni, strappandomi via dalle braccia di Sam Heughan.

Confusa, e un po’ infastidita, apro lentamente un occhio, ritrovandomi a fissare il mio comodino da dietro la mia coltre di capelli neri tutti arruffati.

TRAMA:

Amilia e Gideon sono finalmente arrivati ad avere un equilibrio nella loro love story alquanto complicata. Siamo alla vigilia di Natale e Gideon ha una sorpresa per lei: se vorrà ricevere il suo regalo di Natale, Amilia dovrà prima cimentarsi in una divertente caccia al tesoro. Sette lettere. Sette tappe nelle quali ripercorrerà i momenti e i luoghi che hanno lasciato un segno indelebile nella loro storia d’amore. Quale sarà la sorpresa finale che Gideon avrà in serbo per lei? Scopritelo risolvendo gli enigmi con Amilia…

RECENSIONE:

La copertina in sé non mi sarebbe dispiaciuta; mi piaceva pensare che le due persone raffigurate fossero proprio Amilia e Gideon, peccato però che Amalia abbia i capelli neri, e lì ci sia una bella bionda..ma..perchè?? Il titolo non mi fa impazzire, non lo trovo originale, né particolarmente inerente la storia, sì fa riferimento al regalo di Amilia ma non mi entusiasma. Il racconto mi è piaciuto molto. È una “semplice” storia d’amore, che va bene dall’inizio alla fine (pur facendo dei riferimenti a Goldy) e a volte questo è proprio quello che vorrei a Natale: niente complicanze, niente litigate. Mi è piaciuto molto la parte di contorno tra Max e Penny, amici della coppia e tanto che mi piacerebbe leggere un racconto su loro due! 😉

Voto copertina: 1 su 5

Voto titolo: 2 su 5

Voto racconto: 5 su 5

Voto finale: 3 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: L’orecchino perdutocover-lorecchino-perduto

AUTORE: Maddalena Tiblissi

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.49 e-book

Prime righe:

Era la notte della vigilia di Natale. Il grande albero illuminava a intermittenza la nostra sala, tutta addobbata per l’occasione. I bambini dormivano nelle loro stanze e il nostro amato cane San Bernardo, Margo, dormiva anche lui accoccolato sul divano rosso vicino all’albero.

TRAMA:

È da un po’ che il matrimonio tra Giorgio e Solvig non è più quello di un tempo e le cose sembrano precipitare la notte di Natale, quando la moglie perde un orecchino e il marito, durante la ricerca, trova nascosto sotto il divano un regalo con tanto di biglietto affettuoso nei confronti della donna. Nel biglietto vi è anche un invito ad incontrarsi. Indispettito Giorgio decide di tenere per sé la sua scoperta e di presentarsi all’appuntamento cogliendo in fragranza la moglie con l’amante. Chi è il misterioso uomo del regalo? Il matrimonio tra Giorgio e Solvig è davvero destinato a finire per sempre?

RECENSIONE:

La copertina del libro mi piace e non mi piace; forse perché mi sa poco da Natale, vi giuro che non lo so, fatto sta che non riesco a dare un’opinione decisa del tipo o bianco o nero, a quanto pare oggi sono sul grigio! Il titolo mi piace, si adatta molto bene al racconto visto che tutto parte a causa di questo orecchino perduto. La trama va bene, non dà troppi dettagli sugli avvenimenti della storia. Il racconto mi è piaciuto, ero veramente curiosa di scoprire chi fosse l’uomo del regalo, chi fosse il presunto amante di Solving! Sono rimasta piacevolmente sorpresa del lieto fine che mi lasciato con un bel sorriso sulle labbra!

Voto copertina: 3 su 5

Voto titolo: 4 su 5

Voto racconto: 4 su 5

Voto finale: 4 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Sweet Decembercover-sweet-december

AUTORE: Mew Notice

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

Tutte le mattine, la prima cosa che facevo appena mi alzavo, era quella di uscire sulla terrazza e osservare gli alberi. Mi piaceva perdermi con lo sguardo oltre le loro foglie di colore verde intenso, glabre, lucide e piene di vita in estate; mentre in autunno, assumevano un colore rosso intenso fino a sfumare in un giallo-bruno.

TRAMA:

Cosa faresti se perdessi la persona più importante della tua vita e tutti i tuoi sogni si riducessero solo a un triste ricordo? Scoop ha perso ogni speranza e così ha deciso di abbandonare la sua vita e vivere come un senzatetto, vagabondando per Central Park, ma nonostante tutto, un briciolo di illusione gli fa credere che nelle persone ci possa ancora essere del buono. Olimpia è una bellissima ragazza newyorkese, che lavora come fotografa. È ambiziosa, ricca e sempre pronta a mettersi in gioco. Sembra felice, ma in lei c’è come una costante sensazione di insoddisfazione. Un giorno i due s’incontrano e nasce subito una tenera amicizia. Loro ancora non lo sanno, ma le loro anime sono intrecciate dal magico filo del destino… e dell’amore.

RECENSIONE:

Premetto, come forse avete intuito, che le copertine con un bel primo piano di un ragazzo o di una ragazza non mi fanno impazzire; se poi ci vogliamo aggiungere che il soggetto ripreso non rispecchia le caratteristiche fisiche del protagonista del libro, la cosa proprio non mi piace. Il titolo lo avrei preferito in italiano, e mi sarebbe pure piaciuto. La trama non mi sembra così appropriata: ci racconta un po’ troppo di Scoop e per di più non mi sembra che ci sia stata tutta questa gran storia d’amore tra Olimpia e questo ragazzo. Solo nelle ultime pagine del libro è venuto fuori qualcosa ma la fine mi ha lasciato l’amaro in bocca. Sul più bello che tra i due sembrava uscisse qualcosa PUF, il racconto è finito. Avrei preferito se ci fosse stato un altro capitoletto dove si narrava a distanza di mesi com’era la situazione tra i due e magari inerente anche il lavoro di Olimpia.

Voto copertina: 1 su 5

Voto titolo: 3 su 5

Voto racconto: 3 su 5

Voto finale: 2 su 5

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

TITOLO: Il giorno in cui ti ho incontratocover-josephine-finale

AUTORE: Josephine Poupilou

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2016

PREZZO: € 0.99 e-book

Prime righe:

«Non ce la faccio» sospirai debolmente senza energie, guardando la mia smunta figura allo specchio. Nel frattempo Yvette cercava di sistemarmi i capelli in un perfetto chignon e Margot si dava da fare per nascondere quelle profonde occhiaie che sembravano non volermi più abbandonare.

TRAMA:

Lucille aveva solo diciannove anni quando sua madre l’ha cacciata di casa. Rimasta sola, Lucille era andata a vivere nell’immensa tenuta che aveva ereditato da sua nonna. Sono passati otto anni da allora e all’improvviso la sua sorellastra, Nicole, che non ha mai potuto sopportare, la chiama chiedendole di trascorrere il Natale insieme e mettere una pietra sul passato. Lucille accetta e quando andrà alla cena della vigilia, incontrerà il futuro marito di Nicole, Xavier Blanc. Con stupore scopre di averlo già conosciuto cinque anni prima. Quel passato in comune creerà subito una certa sintonia tra i due giovani, ma Nicole non ha nessuna intenzione di accettare un’intrusione di Lucille nella propria vita. Ma allora perchè l’ha invitata alla festa? Nicole ha davvero voglia di ricominciare oppure ha riavvicinato Lucille con un secondo fine?

RECENSIONE:

Ormai mi conoscete, quindi potete capire da soli che la copertina non mi fa impazzire. Il titolo non mi dispiace affatto, lo trovo semplice ma d’effetto. La trama secondo me svela anche troppo in realtà. Per quanto riguarda il libro, questo racconto è stato quello che mi è piaciuto di più tra quelli che hanno parlato d’amore. Non nascondo di essermi anche un po’ commossa ad un certo punto, eterna romantica quale sono. Mi è piaciuto molto anche la scelta dell’autrice di scrivere come stavano le cose a distanza di un anno. Bello bello!

Voto copertina: 2 su 5

Voto titolo: 4 su 5

Voto racconto: 5 su 5

Voto finale: 4 su 5

Bene ragazzi, questo era l’ultimo racconto e ora farò un super voto finale per vedere questa raccolta che votazione è riuscita a raggiungere..

rullo di tamburi..

4 su 5! Beh direi niente male!

Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto

eri gibbi

©

11 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *