Libri da leggere sotto l’albero

Buongiorno lettoriiii! In questi giorni, un po’ in ritardo rispetto agli anni passati, sento che sto entrando nel super mood nataliziooo!! Aaaah lucine, canzoncine, caramelline, cioccolatine belle caldine…troppo bello! Fatto sta che ho pensato di scrivere un articolo con qualche libro che potesse essere adatto in questo periodo in cui tutto sembra più bello, più magico, quasi perfetto.

  • Natale a Puffin Island di Sarah Morgan (2016): Skylar Tempest non riesce proprio a cogliere il leggendario fascino di Alec Hunter. Sì, lui sarà anche l’unico e solo Cacciatore di Relitti, star televisiva di un programma che manda in visibilio milioni di spettatrici, ma per lei non ha mai una parola carina. Con lei è sempre cinico e la considera la classica bionda senza cervello ad alto livello di mantenimento. Così quando, per una serie di sfortunati eventi, a Sky si prospetta l’ipotesi di trascorrere i giorni prima di Natale insieme ad Alec e alla sua famiglia, non fa certo i salti di gioia. E lui non è da meno. Ha già avuto la sua dose di esperienze con donne simili. Una l’ha anche sposata e ne sta ancora pagando le conseguenze…e gli alimenti. Ma Natale è pur sempre un periodo magico, così come lo è Londra sotto la neve e la fiabesca campagna inglese. Soltanto però quando entrambi sono di nuovo a Puffin Island cominciano a capire di essersi mal giudicati. Forse non sono pronti a cominciare una storia d’amore, ma di certo un piccolo flirt sensuale e avventuroso non può fare male. O no?
  • Mai baciare un uomo con una renna sul maglione (vi ricorda qualcuno?? ehm ehm ehm tipo Mark Darcy??) di Debbie Johnson (2016): Maggie è una madre single e per lei Natale è sempre stato un’occasione per stare in famiglia, con la figlia Ellen che riempie la casa di addobbi, il padre Paddy che festeggia con un bicchierino di troppo e l’albero dall’inquietante aspetto di un elfo ubriaco. Ma quest’anno sarà diverso, perché Ellen e Paddy saranno via per le vacanze e per Maggie si prospetta un Natale solitario tutt’altro che gioioso. Finché, pedalando per le strade innevate di Oxford, Marco Crivelli non va a sbatterle contro, entrando così di prepotenza nella sua vita, e nella sua casa, con tanto di gamba ingessata. Be’, a Natale non sarà sola, dopotutto, ma farà da crocerossina a un fusto tutto pepe. Anche se ha sempre pensato che fosse una verità universalmente riconosciuta che non si deve mai baciare un uomo che indossa maglioni di Natale. O sì?
  • La regina d’inverno di Nicola Cornick (2016): Londra, 1662. Sul letto di morte, Elisabetta Stuart, Regina di Boemia, detta anche Regina d’Inverno, dona all’amato William Craven una perla di inestimabile valore, pregandolo di nasconderla. Ha un’ultima richiesta per lui: distruggere uno specchio in vetro di Murano, le cui delicate fattezze nascondono presagi di morte. Ashdown, Oxfordshire, ai giorni nostri. Ben Ansell sta studiando l’albero genealogico della sua famiglia, quando scompare misteriosamente. Appena avvisata della sua sparizione, Holly, sorella di Ben, comincia le ricerche dall’ultimo luogo dove è stato visto il fratello, e cioè la secolare casa di campagna degli Ansell, confinante con la proprietà ormai in rovina di Ashdown House. Ma qui la ragazza scopre molto più di quanto avrebbe mai immaginato: prima riceve in dono da un antiquario che avrebbe dovuto incontrarsi con Ben un misterioso specchio antico, poi ritrova il diario di Lavinia Flyte, una cortigiana che agli inizi del XIX secolo aveva abitato ad Ashdown House, appena prima che la magione venisse rasa al suolo da un pauroso incendio. E infine viene a conoscenza della leggendaria perla collegata alla Regina d’Inverno e misteriosamente scomparsa. Sempre più incuriosita e determinata, Holly comprende che l’unica speranza di ritrovare il fratello è scoprire i segreti che ancora si nascondono ad Ashdown House.
  • Christmas Party di Carole Matthews (2016): Louise Young è una madre single, la cui priorità è occuparsi della figlia, Mia. Ha un buon lavoro in una grande azienda internazionale, di cui è piuttosto contenta. L’unico problema è il suo capo, che non sa tenere le mani a posto, ma Louise riesce comunque a gestirlo… Ciò per cui non ha davvero tempo è il romanticismo. Almeno fino a quando non incontra Josh Wallace, l’uomo che sta scalando i vertici della sua azienda. E che è presente anche alla festa di Natale organizzata per tutti i dipendenti. Louise in genere non ama partecipare a questi eventi mondani, ma per l’occasione ha sciolto i capelli, ha indossato un bel vestito ed è intenzionata a passare una serata divertente, complice un ottimo champagne. È del tutto ignara che intorno a lei qualcuno è impegnato in giochi troppo pericolosi per godersi la festa. Finché non si trova lei stessa coinvolta in quei giochi… E quella, allora, diventerà una notte da ricordare.

Ok, se tra di voi lettori ci sono dei maschietti, perdonatemi! I romanzi rosa non saranno probabilmente il vostro forte ma il Natale per me è anche questo: storie d’amore a lieto fine! Mica posso mettere tra “libri da leggere a Natale” storie di assassini, tragedie, violenze e compagnia bella, vi pare? Capitemi! 😉

Comunque, avete letto questi libri? Personalmente no, altrimenti ci sarebbe una bella recensione a riguardo però mi ispirano e quindi ve li ho proposti! 😉 Se li avete letti son bel felice di leggere qualche vostro commento a riguardo e se non li avete letti, li aggiungerete alla vostra librista dei desideri?? Fatemi sapere! E se avete qualche altro “libro da leggere sotto l’albero”..beh, ovviamente fatemelo sapere qui sotto! Ci tengo! 😉

eri gibbi

3 Replies to “Libri da leggere sotto l’albero

  1. Ammetto che forse aspetto questo periodo dell’anno propri o per far uscire fuori la parte più romantica di me e mettere da parte (solo un pochino) storie di assassini e tradimenti vari. Questi titoli mi ispirano molto, credi che leggerò proprio uno di questi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *