Storia di una ladra di libri – M. Zusak

Quanti libri aveva toccato?

Quanti ne aveva sentiti?

Avanzò di nuovo e lo rifece, stavolta molto più lentamente, con le palme delle mani protese per permettere alla loro carne di percepire il minuscolo ostacolo di ogni libro. Era come una magia, come la bellezza, mentre vivi raggi di luce splendevano su un candeliere. Più volte quasi tirò fuori del suo posto un volume, ma non ebbe l’ardire di disturbarlo. Erano troppo perfetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *